Serata conclusiva per Est Film Festival che chiude una dodicesima edizione premiata dal calore del pubblico. “Mi fa davvero piacere la vostra presenza, che è scontata quando ci sono personaggi importanti come Terence Hill ma non lo è stasera, ci date un calore enorme e ci mettete anche in difficoltà, in senso positivo” ha esordito dal palco il direttore Vaniel Maestosi con un filo di commozione.
Dopo aver ringraziato tutti gli sponsor e i partner della manifestazione “il nostro è un festival totalmente ad ingresso gratuito, una rarità nel campo dei festival e a renderlo possibile sono i nostri preziosi sponsor”, ha tenuto ad elogiare tutti i collaboratori “più che una squadra, una famiglia”.
Il direttore artistico Glauco Almontequest’anno abbiamo percepito un calore diverso da parte del pubblico, avete iniziato a comunicare con noi in maniera più intensa e questo ci fa davvero piacere”.
Est Film Festival ha assegnato quest’anno 4 premi, il primo è il Premio dei Giovani, l’Arco d’Argento - CNA Viterbo e Civitavecchia, assegnato da una giuria di ragazzi dell’IISS Dalla Chiesa di Montefiascone che hanno partecipato al progetto “Est Film Festival nelle Scuole”. Il vincitore del Premio Giovani è “Hotel Gagarin” di Simone Spada, che fa la doppietta portando a casa anche il Premio alla Miglior Colonna Sonora, l’Arco d’Argento - Premio Terme dei Papi per le musiche di Maurizio Filardo. Il Premio del Pubblico - Cantina di Montefiascone va alla coppia comica Corrado Nuzzo e Maria Di Biase con il loro “Vengo anch’io” con il punteggio di 8.55, il più alto mai registrato ad Est Film Festival. Il Vincitore dell’Arco d’Oro 2018, Premio Gruppo Creval è “Tito e gli Alieni” di Paola Randi che è stata premiata da Marco Sala, Capo Area Centro Italia Credito Valtellinese. “Grazie a tutti, vi porto i saluti di Valerio Mastrandrea e di tutta la produzione. Grazie per questo bellissimo festival.
I Direttori del Festival hanno concluso la cerimonia di Premiazioni con uno sguardo al futuro “Da qualche mese stiamo creando qualcosa di nuovo che va oltre Montefiascone ma di cui Montefiascone deve essere elemento fondante,” ha dichiarato Glauco Almonte. Maestosi ha voluto chiudere con una citazione di Giuseppe Battiston nel film Hotel Gagarin: “Signori è stato un privilegio sognare con voi, in questi dodici anni”.
Est Film Festival si è concluso con il concerto della Movie Dream Band che ha ripercorso la magia e il fascino delle musiche del Maestro Ennio Morricone.